Phone+41 91 612 22 55
QUOTAZIONE

5 fattori geografici e di rischio da considerare per la location del tuo data center

Marco Cavadini il 19 giu 18

La localizzazione del data center è un fattore critico, sia che si scelga di costruire in-house la propria infrastruttura sia che si preferisca affidarsi ad un servizio di outsourcing.

Se è vero che la lontananza dell’infrastruttura IT dalla sede aziendale non deve essere vissuta con paura, è altrettanto vero che non tutti i luoghi sono uguali, in termini di rischi e contesto politico-sociale.

La location del tuo data center è fondamentale, perché va a determinare sia le potenzialità tecnologiche sia i costi e la qualità della governance dell’infrastruttura dati. Ma quali sono i principali fattori da considerare? Coerentemente, questi spaziano da aspetti economici, politici e sociali a fattori strettamente tecnologici. Scopriamoli insieme.

1. Stabilità politica

A primo impatto, la costruzione di un’infrastruttura IT non ha nulla a che fare con il contesto politico di una nazione. Ma, come accade per ogni investimento, è meglio scegliere un Paese sicuro, in cui viene garantita la presenza di un governo stabile, in cui il conflitto politico rimane nell’arena democratica e il ricorso alla violenza è raro, se non nullo. Come valutare questo aspetto senza passare mesi a studiare storia e attualità di ogni nazione? Ci vengono in aiuto gli analisti internazionali. Una buona proxy è infatti l’indice di stabilità politica e assenza di violenza, ovvero il ranking sviluppato annualmente dalla World Bank.

Stai pensando di esternalizzare il tuo data center? Scarica la guida "i 10  criteri di selezione del data center" per capire come scegliere la location  perfetta!

 

2. Convenienza economica

I bassi costi delle materie prime, un costo contenuto della manodopera, così come la pressione fiscale, sono chiaramente fattori che qualunque imprenditore inserirebbe nelle sue analisi nel valutare un investimento. Anche nel caso della location del tuo data center, vi saranno da considerare il costo dell’energia, il costo dell’infrastruttura IT e i costi del personale, non dimenticando però che costi più alti potrebbero anche essere sinonimo di una maggior qualità e quindi di una migliore garanzia di sicurezza e business continuity. Un altro costo da considerare sarà il prezzo delle proprietà immobiliari. In termini di convenienza economica, una buona approssimazione per orientarsi nella scelta è l’indice di competitività globale, anche in questo caso fornito dalla World Bank.

3. Contesto normativo

contesto-normativo-location-data-center

Nel parlare di contesto normativo, facciamo riferimento principalmente all’attenzione posta nel Paese al diritto alla privacy, oltre che alla presenza o meno di una legge sulla protezione dei dati. È importante porre in relazione la situazione di ogni specifica nazione con le best practice internazionali. Inoltre, da non sottovalutare l’efficienza del sistema giudiziario, che permetterà di risolvere eventuali controversie in maniera rapida e giusta. Parlando di Privacy, non si può non citare il General Data Protection Regulation (GDPR), nuovo Regolamento Europeo che dal 25 maggio 2018 sposterà gli equilibri, anche nella scelta della location delle infrastrutture IT.

4. Innovazione tecnologica

Connettività e affidabilità dell’infrastruttura energetica: queste le due parole chiave di un data center sicuro e sempre funzionante. È importante localizzare il centro di raccolta dati in un Paese che si mantenga sempre alla frontiera dell’innovazione, favorendo la diffusione delle tecnologie più innovative e quindi più performanti. Per valutare questi aspetti, ci viene in aiuto il World Economic Forum, che fornisce il ranking annuale dei Paesi in base alla larghezza della banda internet e al livello di connettività.

5. L’offerta di lavoro qualificato

Un servizio di outsourcing di qualità e affidabile passa anche attraverso l’impiego di personale qualificato, dalle figure più tecniche a quelle manageriali, passando per gli addetti alla sicurezza. Localizzare l’infrastruttura in un Paese con un sistema di istruzione superiore che metta a disposizione risorse di alto livello faciliterà all’azienda provider il processo di recruiting, offrendo maggiori garanzie all’azienda cliente.

Un ultimo consiglio

Scegliere la location del tuo data center può essere un compito complesso, da non prendere sottogamba. I fattori geografici possono influire ed avere un impatto rilevante sia sui costi sia sulla sicurezza e qualità del servizio di outsourcing.

Le ricerche italiane e internazionali possono offrirci uno spunto per comprendere la situazione attuale. Ad esempio, l’analisi comparativa tra i principali Paesi Europei svolta da ICT4Executive nel 2015 poneva la Svizzera al primo posto in relazione al ventaglio di aspetti economici, politici, sociali e tecnologici appena descritti. È per questo che la Svizzera viene scelta di frequente da grandi aziende internazionali come sede del proprio centro di calcolo.

 

parla con un esperto

Categorie: location, data center